Viaggio in moto sulla Via della seta – Samarcanda in moto

Samarcanda in moto
Viaggio in moto sulla Via della seta – Samarcanda in moto
PARTE I

Viaggio in moto sulla Via della seta: Tutto è pronto, moto lavata, tagliandata e con gomme nuove, bagaglio (poco) caricato!!!
Si parte!!!
Da Napoli conto circa 10.000 chilometri all’arrivo.
Samarcanda mi aspetta!
Ho fatto tanti viaggi in moto, ma mai e poi mai che la partenza non si trasformi in un momento magico ed irripetibile… adrenalina a mille e…anche un pizzico d’ansia!
Nel mio viaggio immaginario, quello che anticipa ogni mi partenza, riscopro l’agitazione dell’arrivo in Iran di quattro anni fa…dicono stavolta sia un po’ più travagliato, problemi con l’ingresso delle moto, carnet de passage, eccetera, alla fine, Massimo della 77roads, riesce a trovare un contatto utile ad agevolare il tutto.
Pensa e ripensa, mentre fai e rifai le valigie, scegliendo cosa portare e cosa no…mi ritrovo a Gorizia, avamposto del nostro viaggio!!!
Incontro i compagni di questa nuova avventura, alcuni dei quali già spalla di precedenti battaglie (viaggi).
Passa la notte e…prima, seconda, terza marcia fino ad inserire la sesta…sono a Belgrado!!!
Ottimo l’albergo, in pieno centro!
Massimo, il grande, 😜 ha organizzato una gran bella cena nella zona della movida di Belgrado, la famosa via Skadarska!
La cena, oltre che squisita, parte come da tradizione con qualche rakia, grappa locale e, tra una rakia ed una birra, una salsiccia ed una rosticciana, immaginiamo già le infinite attese alle prossime frontiere.
Slovenia, Croazia, Serbia, Bulgaria, Turchia, Iran, Uzbekistan, Turkmenistan e Kirghizistan…. si, questo viaggio in moto sulla via della seta si prospetta davvero lungo ed affascinante!
Percorriamo le strade vie balcaniche e fortunatamente la traversata si è rivelata meteorologicamente parlando, davvero piacevole.
Arriviamo a Plovdiv, l’antica Filippopoli, capitale europea della cultura 2019.
La sua “Old Town” e l’anfiteatro romano, magnificamente conservato, valgono davvero una sosta nella città bulgara.

Decido di lasciare la moto in parcheggio e di spostarmi con un taxi.
Spesso, quando sono in viaggio, mi capita di fare così…chiamo un taxi e chiedo di portarmi un po’ in giro…e poi, di lasciarmi in centro, possibilmente nelle vicinanze di una buona birra fresca.

Luigi

Viaggio in moto sulla Via della seta – Samarcanda in moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.